Come disinfettare una macchina fotografica contro il COVID-19 (SARS-CoV-2)

Questi consigli sono una sintesi di un articolo internazionale di vari autori, medici e scienziati e sono una guida per tutti i fotografi che pensano di essere stati in ambienti con possibile presenza del coronavirus COVID-19 e che devono sanificare la loro attrezzatura.

Questi suggerimenti si basano sui dati più recenti e sulle opinioni degli esperti sul virus SARS-CoV-2.

Ogni volta che starnutisci, tossisci, canti o parli, produci micro goccioline che stazionano in una sorta di nuvola intorno a te e se l’altra persona è abbastanza lontana, non correrà il rischio di inalare particelle infette.

Le goccioline possono infettare una persona a una distanza inferiore ai 2 metri entrando nel suo corpo attraverso la bocca, il naso o gli occhi o atterrando su indumenti o altri oggetti che verranno toccati in seguito.

In base ai dati fin qui acquisiti, il SARS-CoV-2 può sopravvivere sui materiali più diversi molte ore, ecco un esempio:

Plastica – 72 ore

Gomma siliconica – 110 ore

Vetro – 96 ore

Acciaio inossidabile – 48 ore

Rame – 8 ore

Cartone – 24 ore

Vestiti / stoffa – 1 ora

In teoria, se non abbiamo bisogno di usare la macchina fotografica nuovamente potremmo chiuderla in un sacchetto di plastica ermetico e lasciare che il virus si estingua da solo per la durata di almeno 110 ore in base ai dati sopra elencati.

Se invece abbiamo bisogno di scattare nuovamente dobbiamo necessariamente disinfettare e sanificare le attrezzature.

Per eliminare con estrema efficacia il virus SARS-CoV-2 è necessario usare un disinfettante a base di etanolo o clorexidina.

L’etanolo in particolare deve essere almeno al 70% questo perché maggiore è la concentrazione, più breve è il tempo necessario per uccidere il virus.

La clorexidina deve essere diluita allo 0,02% e deve rimanere a contatto con il virus per almeno 10 minuti.

Può essere usata anche la candeggina (o ipoclorito di sodio) con concentrazione allo 0,21% e in questo caso bastano 30 secondi per eliminare il virus (si mescola 1 parte di candeggina in 10 parti di acqua (o 3 cucchiai di candeggina in 2 tazze d’acqua). La candeggina diluita rimane attiva solo per 24 ore, quindi non fate una grande quantità e soprattutto non mescolate la candeggina con nessun altro composto chimico.

In teoria anche la luce UV potrebbe uccidere il virus, ma il tempo necessario dipende dalla quantità di esposizione UV e dalla concentrazione del virus, quindi molto difficile da misurare. Non facciamo affidamento sulla luce solare per disinfettare le attrezzature, la luce UV è una soluzione efficace solo se si ha una struttura UV specifica ad irradiazione germicida.

Per procedere alla pulizia è necessario nebulizzare leggermente con i composti che abbiamo precedentemente preparato e lasciare riposare in base alle varie concentrazioni/soluzioni.

Finita la procedura di nebulizzazione possiamo procedere a pulire le attrezzatura con un panno (panno carta) per la parti generali e con i bastoncini di cotone per le piccole aree o le fessure.

Quando si pulisce facciamo attenzione anche a ruotare tutte le ghiere anteriori e posteriori.

Per quanto riguarda la lente frontale, utilizziamo un filtro di protezione UV o Skylight così da non dover passare il composto sulla lente frontale, molto delicata ai reagenti chimici. Ricordo che il danneggiamento della superficie del rivestimento dell’obiettivo può portare un danno di diverse centinaia di euro, quindi assolutamente evitiamo di toccare la lente frontale.

Un problema di pulizia potrebbe avvenire con il paraluce in feltro, quindi se possibile acquistate un semplice paraluce in plastica.

Una fotocamera a tenuta stagna non vuol dire che è impermeabile, quindi attenzione con la nebulizzazione.

Quando scattiamo evitiamo anche il contatto con l’oculare, proteggiamo i nostri occhi con un occhiale di protezione o da vista. L’oculare poi deve essere sempre sanificato con la stessa procedura ma consiglio di toglierlo per pulire anche il vetro interno.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla pubblicazione in lingua inglese a questo link:

https://www.everydayprojects.org/covid19-guide-for-visual-journalists?mc_cid=69f08c3fb7&mc_eid=a572af633c

2014 JamSession © All rights reserved.