Le vecchie miniere del Parco Minerario Naturalistico di Gavorrano

 

All’interno delle gallerie minerarie, un labirinto di cunicoli scolpiti nella roccia, un luogo da cavalletto e posa B. E dopo il buio, un’esplosione di luce….una fantastica location per la fioritura della ferula, una pianta alta fino a tre metri con immensi fiori gialli.

17 Maggio

Itinerario: Grosseto-Gavorrano

 

Info: tel. 3396159477 – zanonilab@gmail.com

miniera, gavorrano, parco naturalistico minerario gavorrano, workshop fotografico, workshop fotografia, natura, paesaggio

LE VECCHIE MINIERE DEL PARCO MINERARIO NATURALISTICO DI GAVORRANO E IL MONTE CALVO

Immerso nel verde delle colline delle Bandite di Scarlino, nel Comune di Gavorrano, il Parco Minerario è un luogo di pregevole interesse, un connubio tra architetture industriali, natura e storie vissute dai lavoratori che hanno passato quasi tutta la loro esistenza nelle viscere della terra.

La storia del lavoro nelle miniere di Gavorrano ebbe inizio nel 1898, quando un geologo ed altri personaggi illustri della zona scoprirono un vasto giacimento di pirite dove successivamente iniziò l’attività di escavazione sotto il Monte Calvo.

Negli anni successivi, precisamente nel 1908, iniziò l’attività mineraria anche nella piccola frazione poco distante di Ravi, dove sono ancora presenti e ben conservati alcuni edifici appartenenti a quella che fu l’architettura industriale degli inizi del XX secolo.

La nostra visita inizierà all’interno della galleria che originariamente venne utilizzata per il deposito della dinamite, galleria composta da alcune diramazioni dove sono allestite vecchie attrezzature utilizzate nel periodo del lavoro in miniera.

All’interno del Parco Minerario di Gavorrano sarà possibile anche visitare il Teatro delle Rocce, luogo caratterizzato dalla maestosità della grande parete di pietra lavorata dall’uomo. Il teatro è un sito molto importante anche dal punto di vista naturalistico per la presenza del Picchio Muraiolo, del Passero Solitario e zona di caccia del Falco Pellegrino.

Il workshop si concluderà con l’escursione sulla cima del Monte Calvo. Dal punto più alto del monte che sovrasta il paese di Gavorrano si potrà ammirare il bellissimo panorama che spazia dal golfo di Follonica fino all’Argentario e se le condizioni di visibilità lo permettono sarà possibile vedere tutte le isole dell’arcipelago toscano. All’opposto del mare, rivolgendo lo sguardo verso l’entroterra, si potrà osservare il panorama dominato dalle Colline Metallifere, il principale e più esteso sistema collinare e montuoso dell’Antiappennino toscano.

Sempre sulla cima del Monte Calvo, ogni anno accade un vero e proprio spettacolo naturale. Un immenso prato di Ferula gialla (un’erbacea perenne che ricorda il finocchio selvatico) sboccia ogni primavera. Fiori giganteschi, alti fino a 4 metri, ci daranno l’impressione di un luogo simile alla fiaba “Alice nel paese delle meraviglie”.

miniera, gavorrano, parco naturalistico minerario gavorrano, workshop fotografico, workshop fotografia, natura, paesaggio

 

2014 JamSession © All rights reserved.